Decreto Ministeriale del 07/08/2001
Requisiti dell'addestramento speciale per il personale marittimo destinato all'assistenza dei passeggeri in situazioni di emergenza imbarcato su navi passeggeri diverse dal tipo Ro-Ro.

Gazzetta Ufficiale Italiana218 del 19/09/2001

Art. 1. - Campo di applicazione.
Art. 2. - Compiti e responsabilità.
Art. 3. - Addestramento.
Art. 4. - Attestato di qualificazione.
Art. 5. - Accertamento.
Art. 6. - Aggiornamento.

ALLEGATO A
ALLEGATO B
ALLEGATO C


IL DIRIGENTE GENERALE
del Dipartimento della navigazione marittima ed interna del soppresso Ministero dei trasporti e della navigazione - TMA

Vista la legge 21 novembre 1985, n. 739, concernente l'adesione alla Convenzione sulle norme relative alla formazione della gente di mare, al rilascio dei brevetti e alla guardia, adottata a Londra il 7 luglio 1978, sugli Standard di addestramento certificazioni e tenuta della guardia del personale marittimo (Standards of training certification and watchkeeping for seafarers -STCW-);
Visto il comunicato del Ministero degli affari esteri, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 275 del 24 novembre 1987, relativo al deposito presso il Segretariato generale dell'Organizzazione internazionale marittima (IMO), in data 26 agosto 1987, dello strumento di adesione dell'Italia alla Convenzione suddetta, entrata, pertanto, in vigore, per l'Italia il 26 novembre 1987, conformemente all'art. XIV;
Vista la risoluzione 1 della Conferenza dei Paesi aderenti all'IMO tenutasi a Londra il 7 luglio 1995, con la quale sono stati adottati gli emendamenti all'annesso della sopra citata Convenzione del 1978;
Vista la risoluzione 2 della sopra citata Conferenza internazionale con la quale è stato adottato il codice di addestramento, certificazione e tenuta della guardia per i marittimi;
Viste le risoluzioni n. 66 e 67 adottate durante la sessantottesima sessione dal Comitato di sicurezza marittimo (MSC), concernenti l'emendamento 1 del 1997 alla Convenzione suddetta;
Considerato che gli emendamenti di cui alle risoluzioni sopra richiamate sono entrati in vigore il 1 gennaio 1999;
Ritenuta la necessità di dare completa attuazione alla sopra citata regola V/3 dell'annesso sopra richiamato;
Vista la sezione A-V/3 del codice STCW, relativa all'addestramento speciale per il personale su particolari tipi di navi;
Tenuto conto della regola I/8 dell'annesso sopracitato e della corrispondente sezione A-I/8 del codice STCW 1995, relativa agli standard di qualità dell'addestramento fornito;

Decreta:

Art. 1. - Campo di applicazione.
1. Il presente decreto definisce i requisiti dell'addestramento speciale per il personale marittimo, destinato all'assistenza dei passeggeri in situazioni di emergenza, imbarcato su navi passeggeri diverse dal tipo Ro-Ro, di seguito denominate navi passeggeri, in conformità alla regola V/3 dell'annesso della Convenzione STCW'95 sezione A-V/3 del relativo codice.

Art. 2. - Compiti e responsabilità.
1. Il personale di cui all'art. 1 deve aver completato l'addestramento, a seconda del tipo di compito e del livello di responsabilità da assumere, come indicato all'art. 3 del presente decreto.

Art. 3. - Addestramento.
1. Il personale, indicato sul "Ruolo di appello" all'assistenza dei passeggeri in situazioni di emergenza a bordo, deve aver completato l'addestramento alla gestione della folla, come specificato nell'allegato A, punto 1 del presente decreto.
2. Il comandante, gli ufficiali e altro personale marittimo assegnato a specifici compiti e responsabilità a bordo delle navi passeggeri, deve aver effettuato l'addestramento di familiarizzazione, come specificato nell'allegato A, punto 2 del presente decreto.
3. Il personale che provvede direttamente al servizio dei passeggeri, negli spazi ad essi riservati, deve aver effettuato l'addestramento sulla sicurezza per il personale preposto al servizio diretto ai passeggeri, come specificato nell'allegato A, punto 3 del presente decreto.
4. Il comandante, il primo ufficiale di coperta e tutto il personale marittimo addetto all'imbarco ed allo sbarco dei passeggeri, deve aver effettuato l'addestramento sulla sicurezza dei passeggeri, come specificato nell'allegato A, punto 4 del presente decreto.
5. Il comandante, il primo ufficiale di coperta, il direttore di macchina, il primo ufficiale di macchina ed ogni altro personale marittimo addetto alla sicurezza dei passeggeri in situazioni di emergenza a bordo, deve aver effettuato l'addestramento alla gestione della crisi e del comportamento umano, come specificato nell'allegato A, punto 5 del presente decreto.

Art. 4. - Attestato di qualificazione.
1. L'addestramento di cui all'art. 3 è comprovato da un attestato conforme all'allegato B del presente decreto.
2. L'attestato viene rilasciato dal comandante della nave, che è responsabile dello svolgimento dell'addestramento prescritto.
3. L'attestato relativo all'addestramento del comandante, viene rilasciato dall'autorità marittima dopo un periodo di navigazione di almeno sei mesi su navi passeggeri, con la qualifica di comandante o di primo ufficiale di coperta conforme all'allegato C del presente decreto.
4. Ai fini di eventuali controlli, gli attestati di cui ai commi 2 e 3, del presente articolo, devono essere conservati dal comandante e devono essere riconsegnati ai rispettivi titolari al momento dello sbarco.

Art. 5. - Accertamento.
1. L'addestramento svolto a bordo, dal comandante o da un suo delegato, al personale indicato all'art. 3, deve essere annotato sulla parte II del giornale nautico.
2. Il comandante, o un suo delegato, in relazione alle esigenze di sicurezza della navigazione ed alla salvaguardia della vita umana in mare, deve accertare, sotto la sua responsabilità, anche la capacità del personale imbarcato sulle navi passeggeri, di comprendere ordini e comunicare in una lingua comune. Di detto accertamento deve essere fatta parimenti menzione nella parte II del giornale nautico.


Art. 6. - Aggiornamento.
1. L'addestramento di cui all'art. 3, commi 1, 4 e 5 ha validità quinquennale ed alla scadenza, per ottenere un nuovo attestato, è necessario ripetere l'addestramento secondo le modalità di cui all'art. 4 del presente decreto.
Il presente decreto è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.


ALLEGATO A
(art. 3).

MATERIE OGGETTO DELL'ISTRUZIONE E DELL'ADDESTRAMENTO A BORDO DELLE NAVI PASSEGGERI DIVERSE DAL TIPO RO-RO.

Addestramento sulla gestione della folla (comma 1).
L'addestramento alla gestione della folla per il personale indicato sul ruolo di appello ad assistere i passeggeri durante le situazioni di emergenza dovrà comprendere:

1.1. Consapevolezza della dotazione di sicurezza ed i piani di controllo:
conoscenza del ruolo di appello e le istruzioni per le emergenze;
conoscenza delle uscite di emergenza;
1.2. Capacità di dare ordini chiari e rassicuranti:
controllo dei passeggeri nei corridoi, scale, carrugetti;
mantenimento le vie di uscita libere da impedimenti;
metodi disponibili per l'evacuazione di persone disabili e di persone che necessitano assistenza speciale;
ispezione degli alloggi destinati ai passeggeri;
1.3. Procedure per recarsi nei punti di riunione:
importanza di mantenere l'ordine;
capacità di usare le procedure per ridurre ed evitare il panico;
capacità di usare, se appropriato, liste dei passeggeri per il loro conteggio durante l'evacuazione;
capacità di assicurare che i passeggeri siano adeguatamente vestiti ed abbiano indossato correttamente il giubbotto salvagente.

Addestramento di familiarizzazione (comma 2).
L'addestramento di familiarizzazione per il comandante, gli ufficiali ed altro personale marittimo assegnato a specifici compiti e responsabilità, dovrà per lo meno assicurare cognizioni delle capacità relative a:

2.1. Costruzione e limiti operativi:
capacità di capire e rispettare ogni limite operativo imposto sulla nave, e di capire ed applicare le restrizioni operative, compreso le riduzioni della velocità in condizioni meteorologiche avverse, che sono necessarie per mantenere la sicurezza della nave e della vita umana in mare.

Addestramento sulla sicurezza per il personale preposto al servizio diretto ai passeggeri nelle aree ad essi riservati (comma 3).
L'addestramento sulla sicurezza dovrà per lo meno assicurare le seguenti capacità:

3.1. Capacità di comunicare con i passeggeri durante un'emergenza tenendo presente:
linguaggi appropriati alle principali nazionalità dei passeggeri trasportati su di una rotta particolare;
probabilità che la capacità di utilizzare un elementare vocabolario di inglese per impartire istruzioni basilari, possa consentire di comunicare con un passeggero che necessiti di un aiuto, a prescindere dal fatto che il passeggero e il membro dell'equipaggio abbiano o meno una lingua in comune;
necessità, allorchè la comunicazione orale è inattuabile, di comunicare in situazioni di emergenza con altri mezzi: scritti o gestuali, o richiamando l'attenzione sull'ubicazione delle istruzioni, dei punti di raccolta, dei dispositivi di salvataggio o delle vie d'uscita;
misure in cui sono state fornite le istruzioni di sicurezza complete ai passeggeri nella/e loro madrelingue;
lingue in cui gli annunci di emergenza possono essere trasmessi in situazioni critiche, o durante esercitazioni, per fornire accurate direttive ai passeggeri e facilitare l'assistenza degli stessi da parte dei membri dell'equipaggio.
3.2. Capacità di dimostrare ai passeggeri l'uso delle dotazioni di sicurezza personali.

Sicurezza passeggeri (comma 4).

L'addestramento sulla sicurezza dei passeggeri per comandanti e primi ufficiali di coperta e tutto il personale addetto all'imbarco e allo sbarco dei passeggeri, ciascuno per i propri compiti e responsabilità a bordo, dovrà consistere nell'aiutare i passeggeri presenti a bordo con particolare attenzione alle persone disabili e a quelle che necessitano di particolare assistenza.

Addestramento alla gestione della crisi e del comportamento umano (comma 5).

5.1 I comandanti e i primi ufficiali di coperta, i direttori di macchina ed i primi ufficiali di macchina e tutto il personale addetto alla sicurezza dei passeggeri in situazioni di emergenza a bordo, devono fornire prova che sono stati raggiunti gli standard di competenza secondo i metodi e criteri di valutazione della competenza riportati nelle colonne III e IV della seguente tabella:

I colonna

II colonna

III colonna

IV colonna

Competenza

Conoscenza,
comprensione
e capacità

Metodi per dimostrare la
competenza

Criteri per la valutazione
della competenza

 

 

 

 

Organizzare le
procedure di
emergenza a bordo

La conoscenza di:
1. sistemazioni e piani
generali della nave
2. norme di sicurezza
3. piano generale e
procedure di
emergenza
L'importanza dei
principi per lo
sviluppo delle
procedure di
emergenza
specifiche a bordo
comprendenti:
1. la necessità di
predeterminate
procedure
ed esercitazioni di
emergenza
2. la necessità per
tutto il personale
di conoscere,
rispettare ed attenersi
alle procedure di
emergenza
predeterminate, in
caso di
situazioni di
emergenza

Valutazione della
certificazione ottenuta
da un addestramento
approvato, esercizi
con uno o più piani di
emergenza preparati e
dimostrazione pratica

Le procedure
d'emergenza a bordo
assicurino una risposta
immediata alle situazioni
di emergenza

 

 

 

 

Ottimizzare l'uso
delle risorse

La capacità di
ottimizzare l'impiego
delle risorse
tenendo presente:
1. la possibilità che
per le risorse disponibili
durante una emergenza
possono essere limitate
2. la necessità di
fare uso completo
del personale e
dell'equipaggiamento
immediatamente
disponibile e, se
necessario, di
improvvisarlo
La capacità di
organizzare esercitazioni
realistiche per
garantire una risposta
immediata, tenendo
presente gli insegnamenti
ricavati da precedenti
incidenti coinvolgenti
navi passeggeri; con
commento dopo le
esercitazioni

Valutazione della
certificazione ottenuta
da un addestramento
approvato, dimostrazione
pratica ed addestramento
ed esercitazioni a
bordo nelle procedure

I piani di emergenza
ottimizzano l'uso delle
risorse disponibili
La distribuzione dei
compiti e responsabilità
riflette la conoscenza
della competenza delle
persone
I ruoli e le responsabilità
dei gruppi e singoli siano
chiaramente definiti

 

 

 

 

Controllare la
reazione alle
emergenze

La capacità di fare
una valutazione iniziale
e di fornire un'effettiva
risposta alle situazioni
d'emergenza secondo
le procedure
d'emergenza
stabilite

Capacità di comando

La capacità di guidare
e dirigere altri durante
le situazioni di
emergenza compreso,
la necessità di:
1. proporre un esempio
durante le situazioni
di emergenza
2. focalizzare le
decisioni da prendere,
dato il bisogno di
agire rapidamente
in una emergenza
3. motivare, incoraggiare
e rassicurare i
passeggeri ed altro
personale

Gestione dello stress

Capacità di identificare
lo sviluppo di sintomi
di eccessivo panico
delle persone e dagli
altri membri della
squadra di emergenza
della nave
Comprendere che lo
stress generato dalle
situazioni di emergenza,
può influenzare il
rendimento delle
persone e la loro
capacità di eseguire
istruzioni e procedure

Valutazione della
certificazione ottenuta
da un addestramento
approvato, dimostrazione
pratica ed addestramento
ed esercitazioni a bordo
nelle procedure di
emergenza

Le procedure e le azioni
siano secondo i principi
stabiliti ed i piani per la
gestione di crisi a bordo.
Gli obiettivi e le strategie
siano adatti alla natura
dell'emergenza, tenendo
presente delle contingenze
di fare uso al meglio delle
risorse disponibili.
Le azioni dei membri
dell'equipaggio
contribuiscono a mantenere
l'ordine ed il controllo

 

 

 

 

Controllare i passeggeri
ed altro personale
durante le situazioni
di emergenza

Comportamento umano
e reazioni
Capacità di controllare i
passeggeri e altro
personale nelle
situazioni di emergenza,
compreso:
1. la consapevolezza
dei vari tipi di reazione
generale dei passeggeri
e di altro personale
di emergenza compreso
la possibilità che:
1.1. in genere passa del
tempo prima che le
persone accettino il
fatto che vi sia una
situazione di emergenza
1.2. alcune persone
possono essere colte
dal panico e non
comportarsi secondo
un livello normale
di razionalità ad un
punto tale, che le loro
capacità di
comprendere può
essere compromessa
e potrebbero
non rispondere alle
istruzioni, come
invece normalmente
accade in situazioni
di non emergenza
2. la consapevolezza
che i passeggeri ed
altro personale, possano
tra l'altro:
2.1. iniziare la ricerca
di congiunti, amici e
bagagli come prima
reazione quando
qualcosa va male
2.2. cercare rifugio
nelle proprie capacità
o in altri luoghi a bordo
dove pensano di poter
sfuggire al pericolo
2.3. tentare di spostarsi
nelle parti superiori
quando la nave inizia
a sbilanciarsi
3. valutare il possibile
problema del panico
derivante dalla
separazione delle
famiglie

Valutazione della
certificazione ottenuta
da un addestramento
approvato, dimostrazione
pratica ed addestramento
ed esercitazioni a
bordo nelle procedure
di emergenza

Le azioni dei membri
dell'equipaggio
contribuiscono a
mantenere l'ordine
ed il controllo

 

 

 

 

Stabilire e
mantenere
comunicazioni
efficaci

Capacità di stabilire e
mantenere comunicazioni
efficaci, compreso:
1. importanza di rapporti
ed istruzioni chiari e
concisi
2. necessità di
incoraggiare uno
scambio d'informazioni
reciproche con riscontro
tra i passeggeri e
l'equipaggio
Capacità di fornire
informazioni pertinenti
ai passeggeri e alle
altre persone durante
una situazione di
emergenza, per tenerli
informati sulla situazione
generale e comunicare
ogni azione loro richiesta
tenendo presente:
1. la lingua o le lingue
appropriate alle
principali nazionalità
dei passeggeri e
dell'altro personale
trasportato su un
percorso particolare
2. la possibilità di
comunicare in situazioni
di emergenza con altri
mezzi per esempio
gestuali o richiamando
l'attenzione sull'ubicazione
delle istruzioni, dei
punti di raccolta, dei
dispositivi di salvataggio
o delle vie di uscita
3. la lingua nella quale
possono essere trasmessi
gli annunci di emergenza
in situazioni critiche, o
durante esercitazioni,
per fornire accurate
direttive ai passeggeri
e facilitare l'assistenza
da parte dei membri
dell'equipaggio

La valutazione della
certificazione ottenuta
da un addestramento
approvato, esercizi e
dimostrazione

L'informazione da tutte le
possibili fonti sia ottenuta,
valutata e confermata al più
presto possibile e riveduta
durante l'emergenza
L'informazione data alle
persone, ai gruppi di
pronto intervento ed ai
passeggeri sia precisa,
rilevante ed immediata
L'informazione tiene i
passeggeri informati come
sulla natura dell'emergenza
e le azioni da essi richieste



ALLEGATO B
(art. 4, comma 1).

MODELLO DI ATTESTATO SULL'ADDESTRAMENTO DEL PERSONALE MARITTIMO IMBARCATO SU NAVI PASSEGGERI DIVERSE DAL TIPO RO-RO.

 
 
                         A T T E S T A T O
                             STATEMENT
   Si attesta che il sig. . . . . . . . . . . . . ..
   We Hereby state that Mr. . . . . . . . . . . . . .
nato a .... il ............... born
in                                            on
iscritto nelle matricole del Compartimento di .... al n.......
entered in the register of the Marine Department of          n.
ha  effettuato  a  bordo  di  navi  passeggeri diverse dal tipo Ro-Ro
l'istruzione  e l'addestramento previsto dal D.D. .... ai sensi della
Regola   V/3,   paragrafo/i   ....   dell'Annesso   alla  Convenzione
internazionale IMO STCW/95 e della sezione A-V/3 del Codice STCW.
in  accordance  with Regulation V/3, paragraph/s .... has effected on
board  of  passengers  ships,  other  than  Ro-Ro passenger ships the
intruction  and  training  pursuant  to  D.D.....  of the IMO STCW-95
Convention and of STCW Code, section A-V/3.
 
Data di ammissione dell'attestato                  Nave....
Date of issue of the statement                     Ship's name
 
 
Valido dal .... al ....
Validità from        to
Timbro della nave
 Ship's seal
                                            Il Comandante della nave
                                                      firma
                                                Master's signature
 
 
Firma del titolare dell'attestato ....
Segnature of the holder of this statement
 
 

ALLEGATO C
(art. 4, comma 3).

MODELLO DI ATTESTATO SULL'ADDESTRAMENTO DEI COMANDANTI IMBARCATI SU NAVI PASSEGGERI DIVERSE DAL TIPO RO-RO.

 
 
                         A T T E S T A T O
                             STATEMENT
   Si attesta che il sig. ....
   We Hereby state that Mr.
nato a .... il ...............
born in                                            on
iscritto nelle matricole del Compartimento di .... al n.......
entered in the register of the Marine Department of          n.
ha  effettuato  a  bordo  di  navi  passeggeri diverse dal tipo Ro-Ro
l'istruzione  e l'addestramento previsto dal D.D. .... ai sensi della
Regola V/3, paragrafo/i ....
dell'Annesso  alla  Convenzione  internazionale  IMO  STCW/95 e della
sezione A-V/3 del Codice STCW.
has effected on board of passengers ships, other than Ro-Ro passenger
ships  the intruction and training pursuant to D.D..... in accordance
with  Regulation  V/3, paragraph/s .... of the IMO STCW-95 Convention
and of STCW Code, section A-V/3.
 
 
Data di ammissione dell'attestato          Valido dal .... al ....
Date of issue of the statement             Validity from
 
 
Timbro ufficiale
 Official Seal
                                    Il Comandante del porto
                             Timbro e firma dell'Autorità Marittima
                                 The officer in command of the
                                    Port-Seal and signature
 
 
 
Firma del titolare dell'attestato ....
Segnature of the holder of this statement