RETI E APPARECCHI DISTRIBUZIONE GAS

 

 

FATTORE DI RISCHIO

RISCHIO

MISURE DI PROTEZIONE E PREVENZIONE

·   Presenza di gas combustibile

·   Esplosioni

·   Incendio

·   Tutte le reti di distribuzione realizzate con tubazioni idonee nel rispetto delle norme UNI - CIG vigenti, non devono essere previste prese libere, le tubazioni si devono sviluppare secondo percorsi il più possibile brevi, rettilinei e ispezionabili.

·   Presenza per ogni utilizzatore di un rubinetto d’intercettazione a chiusura rapida facilmente accessibile e segnalato da apposito cartello.

·   Imporre il divieto di fumare e usare fiamme libere in vicinanza dei punti d’utilizzo del gas;

·   Effettuare, prima dell’utilizzo, una prova di tenuta a pressione della rete di distribuzione del gas utilizzando un fluido inerte (ad esempio aria);

·   Qualora gli utilizzatori alimentati a gas siano ubicati all’interno dei locali di lavoro e questo e’ consentito dalle norme (generatori d’aria calda) presenza di un dispositivo di rilevazione d’eventuali fughe di gas che comandi automaticamente una valvola d’intercettazione a solenoide, posta sulla tubazione d’adduzione all’esterno del locale;

·   Rendere sempre ispezionabile e proteggere dalla possibilità d’urti con mezzi meccanici, le tubazioni ed il contatore normalmente ubicato lungo il muro di recinzione.

·   Cattiva segnalazione tubazioni ed organi di manovra.

·    

·   Incendio

·   Esplosioni

·   Manovre errate

·   Tutti i rubinetti e gli organi d’intercettazione e di comando (valvole e dispositivi di sicurezza ecc.) dotati d’opportune e chiare indicazioni relative al senso d’apertura e chiusura, al tipo di gas e al suo utilizzo.

·   Manutenzioni e riparazioni

 

 

·   Esplosioni

·   Incendio.

·   Non effettuare mai interventi (manutenzioni, riparazioni) su apparecchi o tubazioni contenenti gas combustibili senza prima aver fatto defluire tutto il gas presente nell’impianto e aver bonificato i locali.

·   Lucchettare in posizione di chiuso il rubinetto d’intercettazione principale installando contemporaneamente un cartello di segnalazione con indicato “attenzione impianto in manutenzione”.