PROCEDURE DA ADOTTARE NEL CASO SI VERIFICHI INFORTUNIO SUL LAVORO O INSORGA MALATTIA PROFESSIONALE.


INFORTUNI SUL LAVORO

Attività aziendale e procedure di legge

 
 
Premessa
Il Titolare dell'Azienda ha l'obbligo di denuncia all'Inail dell'infortunio con prognosi superiore a tre giorni. La denuncia va fatta entro due giorni da quello in cui ne ha avuto notizia. Se si tratta di infortunio mortale o con pericolo di morte, la denuncia deve essere fatta a mezzo telegramma entro 24 ore dall'intervento.
L'infortunio, se ha provocato la morte del lavoratore o la sua inabilità al lavoro per più di tre giorni, va inoltre denunciato all'autorità locale di Pubblica Sicurezza (o, in mancanza, al Sindaco), sempre nel termine di due giorni.
 
Procedura
In caso di infortunio mortale o se l'assenza del lavoratore si protrae per oltre 30 giorni, si configura il reato di omicidio colposo o di lesioni colpose e pertanto la Magistratura, avvertita dall'autorità di P.S., attiva un'indagine affidandola ai tecnici della Polizia giudiziaria (normalmente facenti capo all'A.S.S.), la quale ha lo scopo di individuare le responsabilità connesse con eventuali violazioni delle norme di legge. Le risultanze dell'indagine vengono inviate al Pubblico Ministero il quale deciderà il rinvio o meno a giudizio delle persone indagate.
 
Ipotesi di linea difensiva dell'Azienda
a)
Nomina del difensore di fiducia
  E' necessario che abbia esperienza nel campo della sicurezza ed igiene del lavoro. Avrà il compito di svolgere la funzione di coordinare i rapporti seguenti e di decidere sulle procedure processuali
 
b)
Perizia tecnica
  E' opportuno effettuare una ricognizione dei luoghi in cui è avvenuto l'infortunio, eseguendo anche delle foto che riproducano lo stato dei fatti. Tale operazione va condotta valutando tutti gli aspetti significativi che hanno concorso a determinare l'infortunio. Rilevante appare quindi l'esperienza e la competenza della persona incaricata
 
 
c)
Raccolta di testimonianze
  E' opportuno raccogliere e far sottoscrivere una dichiarazione da parte dei testimoni all'infortunio, in modo che sia possibile far riferimento, anche a distanza di molto tempo, a tali deposizioni.
 
 
d)
Raccolta di documentazione
  E' costituita dalla formazione di un fascicolo che raggruppi elementi di prova sulle misure adottate dal datore di lavoro per assolvere agli obblighi di legge, in particolare conterrà tutte le notizie riguardanti l'adozione dei provvedimenti tecnici, organizzativi e procedurali da parte dell'azienda per limitare l'insorgenza di eventi infortunistici
 
 
Conclusioni
Le azioni precedenti sono finalizzate alla valutazione del nesso di causalità tra l'infortunio e l'eventuale mancato rispetto delle norme di prevenzione e sicurezza e costituiranno supporto all'azione difensiva del legale di fiducia. Prescindendo dall'esito finale del procedimento penale, l'Azienda è tenuta comunque ad adottare immediatamente i provvedimenti di tutela da definirsi caso per caso.
 
 
 
 

MALATTIE PROFESSIONALI

Attività aziendale e procedure di legge

 
 
Premessa
Il titolare dell'azienda ha l'obbligo di denuncia all'Inail della malattia professionale entro i cinque giorni successivi a quello nel quale ne è venuto a conoscenza. I referti medici relativi a casi di malattia professionale di probabile contrazione di attività lavorativa devono essere notificati, da parte del medico, all'A.S.S. competente per territorio.
 
Procedura
A giudizio del Magistrato, viene affidata ai tecnici dell'A.S.S. un'indagine con lo scopo di individuare le cause che hanno provocato la malattia professionale e responsabilità connesse con la violazione delle norme di legge. Sulla base delle risultanze dell'indagine, il Magistrato deciderà il rinvio o meno a giudizio delle persone indagate.
 
Ipotesi di linea difensiva dell'Azienda
a)
Nomina del difensore di fiducia
  E' necessario che abbia esperienza nel campo della sicurezza ed igiene del lavoro.
  Avrà il compito di svolgere la funzione di coordinare i rapporti seguenti e di decidere sulle procedure processuali.
 
b)
Perizia medico-legale
  Non appena disponibile la documentazione sui soggetti affetti da malattia professionale, d'intesa con il medico di fabbrica, è opportuno raccogliere tutti i dati storici, clinici e di anamnesi relativi agli stessi (precedenti attività lavorative, malattie, attività extralavorative, uso di farmaci, difetti congeniti, ecc.). E' opportuna una verifica della corretta effettuazione degli esami clinici secondo gli standard ed eventualmente (sempre nei limiti di quanto previsto dall'art. 5 della Legge 300/70) è bene richiedere ai soggetti di sottoporsi spontaneamente ad ulteriori accertamenti.
 
c)
Perizia tecnica
  E' opportuno effettuare rilievi analitici relativi ai reparti ove operano o hanno operato gli interessati. I rilievi vanno condotti valutando tutti i parametri significativi per una puntuale determinazione dei valori di esposizione, riguardanti sia l'esposizione attuale che quella pregressa. Rilevante appare quindi l'esperienza e la competenza del tecnico incaricato, in relazione al ciclo produttivo e all'organizzazione del lavoro, aspetto primario per dimostrare l'adozione di "cautele" al fine di salvaguardare la salute dei lavoratori.
 
d)
Raccolta di documentazione
  E' costituita dalla formazione di un fascicolo che raggruppi elementi di prova sulle misure adottate dal datore di lavoro per assolvere agli obblighi di legge; in particolare conterrà tutte le notizie riguardanti l'adozione dei provvedimenti tecnici, organizzativi e procedurali da parte dell'azienda per salvaguardare la salute dei lavoratori
 
 
 
Conclusioni
Le perizie, medica e tecnica, sono finalizzate alla valutazione del nesso di causalità tra la patologia accertata e l'esposizione al rischio del lavoratore in Azienda e costituiranno supporto all'azione difensiva del legale di fiducia. Prescindendo dall'esito finale del procedimento penale, l'Azienda è tenuta comunque ad adottare immediatamente i provvedimenti di tutela da definirsi caso per caso.
 
 
 
Ditta DENUNCIA INFORTUNIO
uso interno
N. _________________
Cognome _________________
Nome _________________
Mansione _________________
Reparto _________________
Diretto Supervisore _________
1 Turno o
2 Turno o
3 Turno o
Giornata  o
Ora dell'infortunio ________________ Data ________
L M M G V S D
Giorno dell'infortunio dopo il riposo ƒ ˆ
Esatto luogo dell'infortunio ____________________
Nuovo addetto? SI o NO o     Trasferito recente? SI o NO o     Spostato dal suo lavoro abituale? SI o NO o


Testi Nome Indicare il punto della lesione
con l Ñ +
Tipo di lesione
Oculari
Solo sentito
Prima persona informata
_________________
_________________
_________________
o Corpo estraneo l

o  Altro tipo di lesione agli occhi

o Trauma Ñ
o Contusione
o Distorsione
o Lussazione
o Strappo muscolare
o Lesione fondo schiena

o Lesione superficiale +
o Ferita da puntura
o Abrasione
o Bruciatura
o Frattura
o Amputazione
Tipo intervento
o Medico
o Ospedaliero
o Infermeria interna

Elementi materiali causa dell'infortunio

o Macchine o attrezzat. in movimento
o Utensili meccanici utilizzati a mano
o Utensili manuali
o Materiali corrosivi, caustici,tossici
o Vapori e gas nocivi, polveri
o Corrente elettrica
o Forno, materiale rovente
o Disp. per maneggiare o alzare materiali
o Disp. per legare (assicurare), alzare mater.



o Oggetti trasportati manualmente
o Oggetti manipolati sul posto di lavoro
o Oggetti di qualunque dim. mossisi accid.
o Qggetti o mater. non in mov. fuori posto
o Caduta da un altro piano/livello
o Altri ___________________


Protezione individuale in atto Voci apparenti
che interessano l'infortunio
o Calzature protettive
o Elmetto antinfortunistico
o Cuffia antirumore
o Guanti
o Occhiali protettivo
o Cintura di sicurezza
o Ghette
o Altri_________________
o Nessuna lesione
o Di lieve entità
o Seria
o Grave
o Danno ad attrezzature
o Danno a prodotti
o Lesione trascurata
Primo soccorso: data ______________ alle ore _______
L'infortunato ha abbandonato il lavoro il _____________ alle ore __________


DESCRIVERE CHIARAMENTE LE CIRCOSTANZE IN CUI E' AVVENUTO L'INFORTUNIO NELL'ORDINE SEGUENTE

1. Prima dell'infortunio (tipo di lavoro che si stava eseguendo)
 
2. Al momento dell'infortunio (circostanze che lo causarono)
 
3. Dopo l'infortunio (che cosa fu fatto)
 


EVENTUALI MISURE PROPOSTE DAL DIRETTO SUPERIORE

 
 
 


Data di compilazione Firma infortunato Il capo turno Il capo reparto
A cura dell'Ufficio Data di nascita _____________________ Data di assunzione _____________________ Livello o  o  o  o  o  o  o 
Diagnosi Prognosi
Tot. giorni di assenza di calend. ___________ Totale giorni di assenza lavorativi ___________ Data di ripresa lavoro ___________
REGISTRO INFORTUNI N. __________________ DATA INOLTRO DENUNCIA __________________ VISTO: __________________


SCHEDA INDIVIDUALE D'INFORTUNI

COGNOME: _________________ Data di nascita: _________________ Naz: _________________
NOME: _________________ Pos. di lavoro: _________________ Data di assunzione: _________________
Qualifica: _________________ Rientro il: _________________


LEGENDA

l Punto nero INFORTUNIO AGLI OCCHI Ñ Triangolo verde DOLORI - STRAPPI MUSCOLARI
DISTORSIONI - CONTUSIONI
Croce rossa PIAGHE - BRUCIATURE
FRATTURE - PUNTURE
  L M M G V S D Indicare la localizzazione delle lesioni
G
I
O
R
N
I
             


4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 1 2 3
O
R
E
                                               


GEN FEB MAR APR MAG GIU LUG AGO SET OTT NOV DIC
M
E
S
I
                       


POSTO DI LAVORO DIPENDENZA
GERARCHICA
INFORTUNIO ASSENZA LESIONI
Posto
di lavoro
Dal Cognome del diretto
supervisore
Data Giorno Ora Durata Natura e
localizzazione